Menu

CONVEZIONE O IRRAGGIAMENTO? LE DIFFERENZE

CONVEZIONE O IRRAGGIAMENTO? LE DIFFERENZE

Tags:
Contenuti non contrassegnati

Quando si acquista un prodotto per il riscaldamento la questione “irraggiamento o convezione” è spesso un argomento
di difficile comprensione. E spesso ci si sbaglia. La trasmissione del calore differisce molto nei due casi, conferendo all’ambiente una percezione diversa del comfort termico. Vorremmo cercare di spiegarvi le differenze per darvi uno strumento che vi permetta di decidere meglio.

 

Prima di tutto: come si ottiene il perfetto riscaldamento?
Rispetto a quello che comunemente si crede l’obiettivo principale, non è aumentare la temperatura di un certo numero di gradi. Il più importante risultato che si deve ottenere è il comfort termico all’interno della stanza o della casa. David Zijdemann e Skarland Press hanno effettuato numerosi studi sul comfort termico ottenendo questi risultati: le persone hanno un comfort maggiore quando i piedi sono in una condizione di calore sufficiente (amiamo i pavimenti caldi), quando abbiamo sufficiente calore sul petto e quando l’aria che respiriamo non è troppo calda. Per semplificare
il discorso: noi amiamo le sorgenti di riscaldamento che ci permettono di avere i piedi al caldo senza però dover respirare aria troppo calda.

Immagine1

 

La trasmissione di calore per irraggiamento fornisce il miglior comfort.


Il riscaldamento per irraggiamento è semplicemente il trasferimento del calore da un elemento caldo ad elementi freddi nella stanza. Questo trasferimento avviene in modo estremamente veloce. Stufe ad irraggiamento
riscaldano oggetti e superfici nella stanza che vengono gentilmente irraggiate in tutta la loro superficie. In questo modo si ha una stanza che è riscaldata dal pavimento al soffitto dove anche i mobili sono caldi al tatto. Le fonti che
forniscono il calore per irraggiamento sono il sole i grossi radiatori il riscaldamento a pavimento e le stufe in ghisa.
La trasmissione per convezione porta ad un pessimo riscaldamento delle superfici e oggetti in una stanza.


La convezione non è altro che il riscaldamento dell’aria che avviene fra due superfici calde. L’aria fredda presente nella parte bassa della stanza viene spinta verso la stufa, riscaldata per poi fuoriuscire dalla parte alta e aggiungere il soffitto. Lauren Georges arriva alla conclusione molto chiara che un riscaldamento per convezione crea delle differenze molto marcate di temperature fra il pavimento e il soffitto che è esattamente il contrario di quello che richiederebbe la massimizzazione del comfort termico. La ragione per la quale Jøtul offre anche stufe per convezione è che non tutte le case hanno pareti che reggono le alte temperature. La convezione nelle stufe Jøtul è usata unicamente per diminuire la temperatura delle superfici, quelle posteriori alla stufa, che sarebbero più a contatto con il muro.

Articoli